Tutte le novità del mondo creativo e della produzione pubblicitaria nel blog di Abc Production

The Point Newsletter

Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus error.

Follow Point

Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  /  Advertising   /  Quando la fretta diventa brief

Quando la fretta diventa brief

La pubblicità parla di noi. Dei nostri tic, delle esuberanze, crea moda e detta tendenze. Il logorio della vita moderna è un argomento che domina la creatività delle agenzie dagli anni Sessanta: ai tempi, Ernesto Calindri sorseggiava il famoso liquore al carciofo seduto a un tavolino in mezzo alla strada. 

 

 

Nel frattempo, il mercato ci ha suggerito che potevamo fare a meno di alcune cose e non potevamo rinunciare ad altre. La réclame ha attraversato gli anni modificando i suoi atteggiamenti e i nostri, ha trovato casa nella televisione commerciale e forzato gli steccati di quella pubblica, ha imparato ad essere seduttiva o amichevole a seconda dei contesti, ha parlato a tutte le fasce di età e si è accorta che esistevano anche i single e le famiglie allargate.

Oggi, la pubblicità torna a parlarci di un argomento trasversale che accomuna tutti, senza esclusione di fascia o categoria: la fretta.

 

Noi ragazzi di città, persi tra la metropolitana e gli aperitivi, figli della Milano internazionale, talmente impegnati da non avere più nemmeno il tempo di bere un amaro, distrutti dopo una giornata di lavoro lunga dal tramonto all’alba … dobbiamo anche mangiare.

 

Una vecchia statistica diceva che la cena è il momento in cui ci si avventa famelicamente sulla prima cosa che si trova nel frigo. Immaginate il vostro rientro a casa dopo un’ora di traffico o di mezzi pubblici: stanchi, accaldati, affaticati dalla ressa e dalla sveglia presto, con i vestiti sgualciti e il soprabito appallottolato, il telefono pieno di messaggi a cui rispondere, una fame incredibile e il solo desiderio di avere la cena già pronta.

 

 

Domani sarà un altro giorno e ricominceranno le montagne russe delle scadenze e degli incontri, dell’attenzione e dell’impegno, del tempo libero che non c’è … ma prima, sapete e sappiamo che nel congelatore c’è sempre qualcosa che può svoltarci la serata: ed è così, che la fretta dei tempi moderni continua ad essere un ottimo brief creativo.